Appian va oltre il BPM: le novità della conferenza 2016

Appian Around the World 2016

Cinquantaventi e Appian di nuovo insieme a Londra per la conferenza Appian Around The World 2016

Anche l’edizione 2016 della conferenza mondiale Appian Around the World di Londra ha chiuso i battenti.

Cinquantaventi, in qualità di Appian Value-Added Service Provider (VASP), ha partecipato anche quest’anno alla due giorni, tenutasi il 4 e 5 ottobre scorsi e caratterizzata come sempre da conferenze, tavole rotonde, case study e anticipazioni delle novità per il 2017.

Vediamo assieme i punti salienti della conferenza:

 

Appian rimane leader nel settore

Appian è un software nato come BPM (Business Process Management) che si è fin da subito affermato come leader nel settore.

Anche nel 2016 esso si conferma Leader secondo Gartner e Forrester.

gartnerforrester

 

Un’unica piattaforma nata per unire le persone, i processi e i dati

 

Pur mantenendo il suo scopo iniziale, Appian in questi anni si è evoluto uscendo dai limiti del software di Business Process Management e trasformandosi in piattaforma integrata che permette un rapido sviluppo di applicazioni aziendali e che sposa perfettamente concetti importantissimi quali la Digital Tranformation e l’Internet of Things.

 

 

I principali elementi che contraddistinguono Appian dagli altri software presenti nel settore sono:

  • Low-code design: tramite la funzionalità drag and drop, che caratterizza Appian nella maggior parte delle interfacce, è infatti possibile creare un’applicazione senza avere alcuna specifica nozione di informatica;
  • Power responsive interfaces: contrariamente agli altri software BPM, Appian permette di sviluppare non solo applicazioni per ottimizzare i propri processi di business, ma anche di creare interfacce altamente dinamiche;
  • Analytics/Reports: Appian include al suo interno un ottimo strumento per lo sviluppo di grafici tanto che si potrebbe quasi fare a meno di avere uno strumento dedicato;
  • Collaboration: componente critica di quasi tutti i processi aziendali è la necessità di mettere in comunicazione diversi utenti, magari geograficamente lontani, che devono interagire con l’applicazione affinché essa venga conclusa. Tramite l’invio di task, e-mail, reminder e altri elementi Appian assicura che qualsiasi processo venga concluso nel minor tempo possibile indipendentemente dal numero di attori coinvolti;
  • Mobile Application: qualsiasi applicazione sviluppata non solo sarà accessibile da qualsiasi utente, indipendentemente dal sistema operativo e dal browser che egli possiede, ma anche da Mobile, senza che lo sviluppatore debba fare alcunché;

appian-cloudI vantaggi del cloud

Sebbene al momento dell’installazione sia possibile decidere di installare la versione On Premise, Appian offre una potente soluzione in Cloud che assicura performance e standard di sicurezza elevatissimi oltre alla garanzia di aggiornamento continuo del software.

 

Un solo sviluppo, tre user experience diverse

Ben consapevoli dell’importanza e delle differenze che le varie aziende richiedono dal punto di vista della user experience, Appian ha trovato il modo di assicurare agli sviluppatori un unico standard che permetta loro di garantire però tre interfacce diverse in base alle esigenze di business. Vediamo assieme le tre diverse soluzioni:

appian-ux

  • Tempo: garantisce accesso a tutte le funzionalità di Appian ed è caratterizzato da 5 tab diversi:
    • News, attraverso cui gli utenti vengono a conoscenza delle novità riguardanti i processi in cui sono coinvolti e che promuove la collaborazione tra di loro
    • Taks, in cui vengono elencate tutte le attività assegnate all’utente
    • Report, pagina di accesso agli analytics e ai report sui processi Appian
    • Record, attraverso cui sarà possibile visualizzare il cuore pulsante dei processi, ovvero i dati
    • Action, attraverso cui l’utente potrà far partire nuovi processi
  • Sites: come suggerisce il nome, Appian permette di costruire specifici siti per ogni applicazione. La creazione di questi siti non richiede alcuna conoscenza di HTML, ma permette piuttosto di creare un sito web personalizzabile in molti elementi e all’interno di cui verranno richiamati tutti gli elementi caratteristici di una tipica applicazione (Task, Report, Record e Action)
  • Embedded Sail: qualsiasi interfaccia disegnata con la tecnologia Sail di Appian (Form, Report, Record ed Action) potrà essere richiamata all’interno di una pagina HTML in maniera molto semplice. Questa funzionalità sebbene totalmente personalizzabile richiede comunque un minimo di conoscenze di HTML.

 

Il futuro del BPM e la metodologia Agile, dall’approccio incentrato sui processi a quello incentrato sulle persone e sui dati

Chiunque abbia lavorato nell’ambito del BPM avrà sicuramente avuto modo di disegnare diagrammi di flusso. Tuttavia questi presentano due principali difetti:

  • Al cambiare dei requisiti, eventualità sempre più frequente dovuta alla velocità con cui oggi evolve il business, essi vanno necessariamente ridisegnati per non dire stravolti
  • Per quanto ben disegnati risultano incomprensibili alla maggior parte degli utenti: se si chiedesse all’utente finale o al responsabile del processo dove e quanto essi si riconoscono, nel migliore dei casi risponderebbero che, pur non comprendendo totalmente il diagramma, capiscono a grandi linee dove dovrebbero intervenire e si sentono abbastanza rappresentati, mentre nel peggiore dei casi risponderebbero che questo non è in linea con quanto si aspettavano

Per risolvere queste due problematiche Appian ha quindi deciso di cambiare totalmente approccio e partire, anziché dal processo e dal relativo diagramma di flusso, dall’utente e dal dato che questi vuole produrre. Nel progettare una nuova applicazione si partirà quindi dai dati che essa deve generare, per poi passare alla creazione dei report e solo in ultima fase e solo se necessario al disegno del processo.

Talvolta infatti in un processo di business potrebbe anche solo esser necessario modificare dei dati già esistenti ed in tal caso, sfruttando le interfacce altamente reattive, non sarebbe neanche necessario creare un flusso vero e proprio.

Inoltre tra gli innumerevoli vantaggi di questo innovativo approccio vi è il fatto che qualsiasi applicazione Appian sposa perfettamente la metodologia Agile e si presta quindi a continue e rapide evoluzioni.

I testimonial dei clienti, condivisi durante la conferenza, hanno confermano l’agilità e flessibilità di Appian come acceleratore di innovazione nelle aziende. Tra i vari casi di studio presentati durante la conferenza vogliamo citare quello dell’università di South Florida, la quale in 3 settimane ha potuto ridisegnare un processo che durava due settimane riducendolo a due giorni.

In questo scenario di forte innovazione Cinquantaventi prosegue la sua partnership con Appian confermandosi VASP (Value-Added Service Provider).

Il team Cinquantaventi promuove e aiuta l’efficienza aziendale non solo nel Business Process Management ma anche nella Business Intelligence in qualità di Qlik Implementation partner.